PIU' SEI UNICA IN CABINA, PIU' GUADAGNI

IL BLOG DEL METODO HERBAL TOUCH

PIU' SEI UNICA IN CABINA, PIU' GUADAGNI

IL BLOG DEL METODO HERBAL TOUCH

Se non definisci da subito i ruoli dello Staff, rischi grosso!

Dopo aver approfondito gli errori più importanti da evitare nella gestione di un centro estetico (link all'articolo), passiamo ad un altro argomento fondamentale:

 

l’organizzazione e la gestione dello staff, che sono due pilastri fondamentali che devi considerare bene se non vuoi rischiare di perdere totalmente il controllo del tuo centro estetico o della tua Spa.

 

Lo staff di un centro estetico è una risorsa primaria per i conti economici di fine mese.

I tuoi collaboratori sono il tuo biglietto da visita ed è a loro che tu affidi le tue clienti e quindi anche gli incassi del centro.

 

Se non gestisci al meglio questo aspetto RISCHI GROSSO. Il loro lavoro infatti gioca un ruolo molto importante per:

 

  • la soddisfazione del cliente
  • la fidelizzazione
  • la fiducia che porta all’acquisto di cosmetici per il mantenimento a casa

 

A questo punto ti domando:

 

  1. Definisci i ruoli dei tuoi collaboratori?

  2. Controlli le loro azioni all’interno del centro?

  3. C’è un linea-guida condivisa da tutti su “chi fa cosa”?

  4. E sulle modalità, ovvero sul “come” le attività devono essere svolte?

 

Se hai risposto “No” ad almeno 2 di queste domande...

...la soluzione te la fornisce del Metodo Herbal Touch.

 

Herbal Touch affianca Centri estetici e Spa con linee guida e strumenti concreti e collaudati.

Uno di questi è la creazione dei PROTOCOLLI di lavoro e di gestione, utilissimo per l’Organizzazione del centro Estetico.

 

Nel Metodo Herbal Touch tutto viene protocollato, a partire dalla sequenza delle manualità dell’esecuzione dei trattamenti fino ad arrivare alle azioni ripetitive che si svolgono quotidianamente nei Centri estetici o nelle Spa.

 

È una tecnica molto specifica che insegnamo ai nostri Partner, grazie alla quale i titolari o chi gestisce le Spa può avere tutto e sempre SOTTO CONTROLLO.

 

Prima di capire come utilizzare questa tecnica, vorrei chiarire un concetto.

 

In ogni luogo di lavoro e ancor più in un centro benessere, è fondamentale che regnino armonia e collaborazione.

Questo però non significa che Titolare e collaboratrici possano stringere rapporti di amicizia, perchè questo crea squilibri nel lavoro.

 

  • REGOLA NUMERO 1:

    se non vuoi che si crei l’anarchia e che sia sempre rispettata l’idea originale che avevi quando hai aperto il tuo centro (sia nello stile che nei concetti), la gerarchia decisionale deve continuare ad essere chiara a tutti.

Quindi Sì alla’armonia, nell’ambiente di lavoro; NO categorico alle collaboratrici amiche.

 

 

Ma passiamo ai Protocolli, ovvero come stabilire i ruoli dei collaboratori protocollando le loro azioni.

 

Nella maggioranza delle realtà lavorative che ho visitato, lo Staff normalmente si trova a svolgere spesso tutti i ruoli.

Questo accade ad esempio quando c'è l'esigenza di coprire una collega assente, o per seguire i turni di lavoro, o per l’impostazione stessa del centro, o perché non ci si può permettere di suddividere i compiti in modo troppo settoriale.

 

Per non rischiare di perdere clienti e per avere sempre massimo controllo di tutto ciò che avviene, la PRIMA COSA DA FARE è protocollare tutte le azioni e formare tutte le persone che lavorano nel centro secondo i protocolli creati.

 

COSA SIGNIFICA PROTOCOLLARE?

Significa scrivere ogni singola azione che viene fatta da una persona durante lo svolgimento di  una determinata attività lavorativa.

 

Es. La chiusura della sera dovrà prevedere la sequenza di tutto ciò che chi resta per ultimo deve fare, dal ripristino degli ambienti, fino allo spegnimento delle luci e alla chiusura della serranda. Se c’è un posto specifico per chiavi o affini va segnalato.

 

Quello che dico sempre per aiutare nella compilazione è: “Deve essere una lista a prova di bambino di otto anni”.

 

 

 

Il che significa che se domani un bambino di otto anni si dovesse trovare da solo a chiudere il tuo centro estetico, troverebbe scritto cosa fare nel protocollo e ci riuscirebbe senza problemi. 

 

 

  • ECCO QUINDI LA REGOLA NUMERO 2:

    Quando si affida un compito, ci deve sempre essere un protocollo da seguire.

 

Facciamo un altro esempio: quando l’operatrice (che solitamente esegue massaggi in cabina) si trova in reception, deve saper portare avanti con efficienza la maggior parte delle attività che quel ruolo comporta.

 

Proprio per questo motivo, la procedura della creazione protocolli deve essere ripetuta per tutte le attività che vengono svolte nel centro, tipo:

 

  • organizzazione del materiale in cabina
  • tutte le attività svolte in cabina
  • divise dello staff
  • ripristino cabine
  • reception
  • agenda appuntamenti
  • organizzazione magazzino
  • chiusura e apertura
  • ecc, ecc, ecc

 

LA DEFINIZIONE DEL RUOLO AVVIENE IN BASE ALLE COMPETENZE DELLA PERSONA E ALLE AZIONI CHE QUEL RUOLO PREVEDE

 

Per stabilire i ruoli dello Staff  bisogna creare i PROTOCOLLI e LE PROCEDURE DI LAVORO attinenti al ruolo da assegnare.

 

Esempio:

 

RUOLO: ............

Chi si occupa di questo cosa fa?

Come lo fa?

Con quali modalità/tempistiche?

Con che strumenti?

C’è una linea guida da seguire?

Ci sono delle procedure?

 

 

Questo permetterà alla titolare, ma anche a tutti membri dello Staff, di avere una gestione condivisa, chiarezza, interscambiabilità delle postazioni e facilità di gestione.

 

Ma soprattutto, nessuno potrà dire. “Io non lo sapevo!” o “Lo doveva fare lei/lui”! ?

 

 Detto questo, l’ultima domanda davvero professionale che ti faccio è:

“ Ma ‘ndò vai se i Protocolli non ce l’hai!?!” ?

 

 

Vincenza Fresta

Technical Director & Trainer Herbal Touch 

 

 

Media

Guarda il video della Prima edizione della Giornata di formazione CABINA AL TOP di Herbal Touch